JinglesFactory – Estate 2015

JinglesFactory, azienda sponsor e sostenitrice del WebRadioComando, leader nel settore degli spot radiofonici e dei jingles, propone novità per l’estate 2015.
Per tutto giugno e luglio è valida la promozione “One cut one hundred”, valida per web radio, radio comunitarie e deejay.

Ogni jingle costa soltanto 100 euro, con ben 3 versioni.
L’azienda propone grandi sconti anche per i summer jingles con una novità, il Jinglebox, ben
200 tracce di jingles, liners, effetti e basi musicali pronte da mettere in onda.
Il Jinglebox è disponibile in versione cd, chiavetta usb o via ftp.
Ecco alcuni esempi e demo relative…

 

CT Web Radio Meeting – Catania 22 Maggio 2015

Comunicato stampa inviatomi da SBEBERZ RASTA RADIO.

CT WEB RADIO MEETING  è il primo incontro della città di Catania che apre le porte al mondo delle web radio.

 

L’ iniziativa, promossa da Sbeberz Rasta Radio, ha come obbiettivo quello di creare un momento di aggregazione, musica e cultura che abbia come tema il mondo della radiofonia web. La Web radio, realtà in continua diffusione, sta coinvolgendo sempre più appassionati, ritagliandosi così un ruolo importante nel mondo della comunicazione mediatica e della cultura musicale.

Grazie al coinvolgimento di alcune realtà nate nel territorio catanese, come: Sbeberz rasta radio, Il Barrito radio show e Radio Salti, le quali alternandosi ai microfoni  metteranno a nudo il proprio progetto verrà data la possibilità di conoscere da più vicino questa realtà sia dal punto di vista tecnico che culturale.

Non mancheranno nemmeno gli interventi da parte degli esperti del settore. Infatti ad intervenire durante lo svolgimento dell’incontro ci sarà Fabrizio Mondo, autore del libro “Creare e gestire una web radio professionale” ed ideatore della piattaforma “Web radio comando”, che in collegamento video streaming condividerà con i presenti e gli ascoltatori la propria esperienza decennale su questo settore.

Ct Web Radio Meetin: Musica, cultura e aggregazione sotto il nome della web radio.

Dalle h 18:00 al Gammazita di Catania e in diretta su www.rastaradio.it.

 

 

RADIO PARTECIPANTI:

 

 

 

SBEBERZ RASTA RADIO www.rastaradio.it

 

Sbeberz Rasta Radio dal 2009 è un ritrovo di melodie, culture e popoli provenienti dai luoghi più svariati del mondo, dalla Giamaica all’Italia, dall’Africa all’America. Un luogo dove cultura, musica e passione regnano sovrane, dove ogni ascoltatore può divertirsi, interagire, conversare e soprattutto lasciarsi trasportare dai più svariati ritmi black come: Reggae, Roots, Ska, Rockstaedy, Funky, Soul, Hip-Hop, Dancehall e non solo.

 

 

IL BARRITO  www.radiomatria.org

 

Il Barrito è un programma radiofonico che trasmette dal 2013 dalla web radio dell’Arci di Catania (radiomatria.org) e che fa della satira sociale e di costume la sua caratteristica principale, seguendo il solco di quella verve popolare che contraddistingue la “catanesità” . Prendendo spunto da storie di vita vissuta della propria città e utilizzando un linguaggio quotidiano che strizza l’occhio al dialetto, Il Barrito ha raccolto, fra i suoi ascoltatori più affezionati, proprio quelle persone che, per un motivo o per un altro, si trovano lontane dalla loro terra. La musica che il Barrito propone spazia piacevolmente fra le tante sfumature che il calderone della cultura popolare e di massa ci offre, dagli stornelli nostrani al trash dei grandi “tormentoni” di una volta, fino ad arrivare ai bpm e alle basse frequenze più spinte delle nuove tendenze.

 

 

RADIO SALTI www.radiorey.altevista.org

 

Radio Salti aka Radio Rey e’ una radio giovane, interattiva, realizzata da ragazzi per ragazzi. Qui potrai seguire ,cercare e condividere la musica che ami. Radio rey è una radio in streaming nata a Catania da poco tempo, 17 dicembre 2013. I fondatori della radio sono Camillo Mirabella gestore, speaker e organizzatore di eventi sotto il marchio Radio Rey e Alfio Caramma. La radio è nata come radio multigenere ma già da subito grazie anche alla passione dei due componenti ha preso una piega totalmente hip hop.

 

 

 

LOCATION

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE GAMMAZITA www.gammazita.it

 

Grazie al lavoro dei suoi giovani volontari, dalla primavera del 2013, ha adottato il quartiere che sorge intorno al Castello Ursino di Catania. Partendo dalla volontà di riappropriarsi degli spazi urbani attraverso azioni dirette e mirate di riqualificazione del territorio e di valorizzazione del centro storico, si è presa cura di uno dei più importanti siti di interesse culturale della Sicilia Orientale: Abbellendo strade, piazze, e scorci, con orti urbani e piccoli interventi di riqualificazione architettonica. Valorizzando i beni culturali che fanno parte del quartiere in cui opera: dal Pozzo di Gammazita al Castello Ursino Lavorando quotidianamente insieme agli abitanti del quartiere, coinvolgendoli nelle diverse iniziative di riqualificazione urbana, stimolandoli a prendersi cura dell’ambiente in cui vivono, Offrendo a ragazzi e bambini un’alternativa alla vita di strada, un posto in cui poter trascorrere del tempo di qualità, tra giochi da tavola, strumenti di giocoleria, laboratori creativi, sotto lo sguardo attento dei volontari Istituendo una scuola popolare di samba e una scuola di circo sociale Organizzando ed auto-finanziando “Ursino Buskers”, il primo festival di arti di strada di Catania, che nel settembre 2014, ha convogliato 20.000 spettatori nel quartiere Sostituendo auto in sosta e sporcizia con librerie, vasi colorati, sedute e tavolini, trasformando un luogo sepolto dalla polvere del degrado nella Piazza dei Libri, la biblio-emeroteca urbana e all’aperto di Catania. Convogliando giovani catanesi nel luogo, attraverso la promozione di eventi, laboratori artistici ed iniziative culturali, che in poco tempo sono diventati appuntamenti settimanali fissi per la vita serale cittadina Tramutando la sua sede e lo spazio intorno nella bottega della condivisione e della contaminazione, un laboratorio dove praticare nuove forme di socialità e di confronto creativo.

Trasformando, quindi, la bellissima Piazza Federico di Svevia, in uno spazio libero, restituito alla città, dove arte, cultura, socialità e condivisione, possano sentirsi a casa.

 

 

PROGRAMMA:

 

H 18:00: Inizio evento;

 

H 18:30: Live on air, Il Barrito radio show;

 

H 19:30: Live on air, Radio Salti;

 

H 20:30: Collegamento in video streaming con Fabrizio Mondo autore del libro “Creare e gestire una web radio professionale” ed ideatore del portale “Web radio comando”;

 

H 21:00: Live on air, Sbeberz Rasta Radio;

h 22:00: Dj rotation.

 

 

CONTATTI:

E-mail: sbeberzrastaradio@gmail.com

Radio Personalizzata realizza Radio EXPO

COMUNICATO STAMPA INVIATO DA RADIOPERSONALIZZATA.IT

Argomento: Radio per EXPO Milano 2015

La prima ed unica radio dedicata all’Esposizione Universale di Milano 2015.
Dal primo maggio Expo Milano 2015 ha un canale radiofonico completamente dedicato: Radio Expo.
Cominceranno il primo maggio 2015 le trasmissioni di Radio Expo, la prima ed unica radio realizzata e dedicata all’Esposizione Universale di Milano 2015. Un canale di informazione sempre aperto ed aggiornato in tempo reale. Notizie, collegamenti, Live Show musicali, appuntamenti ed ultim’ora, 24 ore su 24, dai padiglioni di Expo 2015.
La radio trasmetterà in lingua inglese ed italiana. Il sito che ospiterà la radio, permetterà agli utenti di tutto il mondo di ascoltare le trasmissioni in sincrono con il proprio fuso orario.
Un cast di voci italiane ed inglesi eccezionale, capitanate e coordinate da Enrico Tagliaferri (voce storica di RTL, Radio Cuore ed altri network), direttore artistico del progetto. La curatissima programmazione musicale tematica sarà affidata a Riccardo Laborante (ex Radio 105). La direzione giornalistica, sarà affidata a Giulio Allerino. La gestione live ed eventi sarà a cura dalla società Audiodress.
La produzione dell’intero progetto Radio Expo è del gruppo Radio Personalizzata, leader europeo nella produzione di In Store Radio e Branding Radio.
Per collegarsi al portale ed ascoltare Radio Expo:
http://expo2015.radiopersonalizzata.it
Su Facebook:
https://www.facebook.com/radioexpo2015
Ufficio Stampa NRG Records
info@radiopersonalizzata.it
http://www.radiopersonalizzata.it
Phone (+39) 02 87188361

Intervista a Davide Martello di Radio Sardegna Web

Radio Sardegna Web (canale 9 del Web Radiocomando) è un’emittente radiofonica su Internet raggiungibile al sito www.radiosardegnaweb.com. Oggi ho intervistato Davide Martello, station manager dell’emittente e, soprattutto, un amico.

Gli ho posto alcune domande sul ruolo di radio sardegna web per il popolo sardo nel mondo.

Qual è il ruolo di Radio Sardegna Web nei confronti dei sardi all’estero?

Radio Sardegna Web vuole collocarsi come Ponte di collegamento tra realtà molto differenti tra loro unite dall’elemento comune rappresentato dalle stesse persone, di comuni origini, che per varie vicissitudini ora le vivono direttamente. Siamo un team di giovani lavoratori nel campo della comunicazione, abbiamo deciso di mettere insieme tutte le nostre esperienze partendo da una base comune: il bisogno di comunicare e far conoscere la realtà che ci circonda. Sfruttando tutto il potenziale che il web racchiude, la webradiofonia, per come la intendiamo noi, diviene quindi un sistema pratico e immediato per offrire e ricevere informazione, conoscere meglio le realtà sociali, culturali che ci circondano ma senza che le grandi distanze fisiche rappresentino più un problema. Radio Sardegna Web vuole quindi divenire sia un ponte di collegamento che una cassa di risonanza per tutto questo, rivolgendosi principalmente ad un pubblico di italiani, Sardi, non più residenti in Sardegna ma ancora fortemente legati a questo territorio, aprendo anche a chi dalla Sardegna vorrebbe trovare la propria strada personale all’estero. In questi anni di crisi, l’Italia è diventata il territorio che meglio rappresenta questa volontà d’esodo alla ricerca di un futuro, ma non possiamo di certo esimerci dal raccontare il tutto partendo dalle nostre esperienze dirette e quindi prendendo in esame la nostra Isola , la Sardegna, facendo di essa un punto d’appoggio per discutere di tutti gli argomenti che, interfacciandosi con immigrazione ed emigrazione, includono anche il resto della Nazione.

 

Come pensate che la web radio possa aiutare i sardi all’estero?

Radio Sardegna web è pensata con l’obiettivo di abbattere i muri che la trasmissione su frequenze FM ha per sua natura. Internet infatti permette una comunicazione di tipo globale, accessibile a tutti con dispositivi sempre più avanzati e, in questo nuovo mondo in continua evoluzione, la radiofonia può trovare un terreno fertile per espandersi e offrire maggiori servizi. La webradio di base ha il pregio dell’immediatezza d’intervento, è il media che permette realmente all’utente di partecipare praticamente alla realizzazione dei contenuti e di essere realmente protagonista. In Italia credo che in pochi vedano la webradio con lo stesso sguardo con cui la vediamo noi, ed in ancora più pochi siano interessati a prendere davvero le distanze dalla radiofonia tradizionale e di questo ci dispiace tantissimo da un lato, ma dall’altro rafforza la nostra volontà a voler tentare una strada differente. Questa sensazione di completezza ed estremo potenziale del mezzo si rafforza ogni giorno di più e i riscontri che volevamo ottenere sono arrivati con largo anticipo.

 

Come descriveresti questi primi due mesi di attività?

Assolutamente soddisfacenti! 15 Artisti “Trasparenti” che sono entrati a far parte del nostro roaster e che rispecchiano pienamente lo spirito del nostro progetto, tra questi una band ISRAELIANA blues e una giovanissima e bravissima cantante IRLANDESE folk country, contatti di collaborazione diretta con vari circoli di Sardi all’estero tra cui ovviamente Germania, Spagna, Giappone, Francia e Svizzera, uno staff di fautori di progetto che da 6 persone è passato ad 11, credibilità d’intento del progetto confermata in toto grazie anche alle controprove come le lettere pervenuteci dal Consolato Tedesco e l’interesse dell’ente radiotelevisivo pubblico tedesco WDR (Westdeutscher Rundfunk Köln) nell’ambito del canale internazionale Funkhaus Europa. Attualmente stiamo lavorando per una nostra ascoltatrice in Argentina che è in ricerca delle sue origini Sarde e, nonostante si parli del 1900, a breve renderemo pubblico quanto trovato ed è tutto molto bello! Ma bisogna essere onesti, quindi, questi primi mesi di attività, posso definirli anche Faticosi? Decisamente si, mantenendo dei regimi d’ufficio e gestendo il tutto quotidianamente è normalissimo stancarsi fare radio di certo non vuol dire limitarsi a spendere cifre assurde in attrezzature, avere studi da capogiro e comprare jingle e programmi con le ultime hit musicali trite e ritrite. Serve anche altro come spaccarsi la schiena cercando di creare una linea editoriale coerente, mantenere coerenza sempre e creare contenuti originali, serve essere presente in tutto e per tutto e serve sino ad un certo punto perchè poi, i risultati, quelli veri e non le cifre millantate, possono arrivare solo col tempo. E non è detto che arrivino nemmeno allora.

 

Sviluppi futuri del progetto?

Quelli programmati sono gli stessi di partenza, quindi cercare di affermarsi il più possibile, mantenendo gli impegni presi e incrementando il più possibile il raggio d’azione. L’ottenimento di questo passa per molteplici vie, come quella multimediale che comprende un utilizzo sempre maggiore del nostro sito www.radiosardegnaweb.com e dei canali social, la creazione di nuovi format musicali che vadano ad avere una controparte “fisica” fatta secondo i parametri di multiterritorialità perpetrati , di cui non posso anticipare troppo i dettagli. Cercheremo di incrementare il numero di artisti “trasparenti” del roaster, spaziando nel mondo e cercando di incrementare la loro visibilità grazie alle collaborazioni dirette con fondazioni ed enti estere, insomma c’è tanta carne al fuoco che ci darà del filo da torcere per parecchio tempo, ecco perchè ci definiamo ancora in “fase beta”. Poi, ovviamente, siamo aperti a qualsiasi novità e collaborazione che possa potenziare la nostra efficacia, i finanziatori e soprattutto investitori sono sempre e comunque ben accetti, la nostra tavola è imbandita e se si è uniti tutti possono sedersi, a patto che non chiedano doppia razione!

 

Cosa ne pensi del web radiocomando?

L’idea si fonda su principi a mio parere più che validi, l’obiettivo è quello di promuovere la webradio in tutto il suo potenziale, enfatizzandone le doti, fornendo servizi mirati alla crescita del mezzo. Un passo fatto è stato quello di parificare il gap ideologico per cui, per moltissimi, la webradio sia imparagonabile rispetto alla più classica radiofonia tradizionale. Impresa questa che trova soluzione solo confrontando le due realtà nella pratica e questo, assegnando un numero, un canale, ad ogni radio iscritta, indipendentemente dall’essere simulcast FM o puramente web, accade nel web radiocomando. E’ un progetto serio che merita di poter affermarsi anche a livello economico, è un servizio e come tale, per quanto offerto gratuitamente, non può limitarsi a questo e per crescere, come ogni attività, ha bisogno di liquidità innanzitutto. La sua crescita corrisponde a quella della qualità di servizio e di conseguenza alle possibilità offerte per chi è interessato. Noi come webradio, più che dimostrare di essere paragonabili alle radio FM, miriamo a prenderne le distanze il più possibile, anche concettualmente come mezzo, vogliamo prendere le distanze anche da certe webradio italiane che soffrono l’imprinting FM più che rappresentare una loro identità univoca e conscia dei potenziali latenti del mezzo webradiofonico, ma nonostante questo riteniamo che il web radiocomando possa essere utile anche alla nostra causa perchè, grazie allo stesso principio di randomizzazione, permette ad un ascoltatore sia di poter scegliere che di poter navigare casualmente sul nostro canale, il n°9 per intenderci, poi se saremo bravi come webradio, riusciremo anche dal web radiocomando, ad incuriosire e fidelizzare l’ascoltatore portandolo a scoprire non solo il flusso audio ma anche tutto il resto, includendolo anche all’interno del nostro circuito. Quindi, riassumendo: viva il web radiocomando!!

 

Un abbraccio a tutta la famiglia di Radio Sardegna Web ed in bocca al lupo per il futuro

Parte la maratona 2015 di “Le radio per 30 ore per la vita”

Comunicato stampa inviato da Eugenio Ceriello di Radio Stonata, canale 285 del WebRadioComando

Anche quest’anno Trenta Ore Per La Vita avrà il supporto delle radio private in FM e web con una maratona di speakers, intrattenimento e solidarietà. Organizzata da Radio Stonata, la maratona partita alle 16:00 di sabato 18 aprile e continuerà senza interruzioni fino alle 23:00 di domenica 19. Tanti speakers a staffetta per intrattenere, informare, e raccogliere fondi per il progetto Home. Come ogni anno la maratona è divisa in moduli tematici, e come di consueto sono tantissimi gli ospiti attesi per un appello. Le “Radio per 30 ore per la vita” si uniscono ogni anno per due giorni rinunciando alla consueta programmazione per diventare una vera e propria syndacation di solidarietà.

 


Quest’anno la maratona sarà ascoltabile su:

 

 

Radio Stonata – Canale 285 WRC
Radio Gaia – Canale 135 WRC
Radio Monte Altino
Radio Amica FM
Radio Albatro – Canale 114 WRC
Radio Rock Day
Radio Mille Cuori – Canale 34 WRC
NV Radio – Canale 10 WRC
MG Radio – Canale 22 WRC
Radio Opera d’arte – Canale 14 WRC
Radio Diffusione Calore
Hop Pop Radio – Canale 277 WRC
Radio Stella Cittá
Dimensione Radio
Radio Azzurra 88 Rete Liguria

 

 

Vivi 30 ore di spettacolo e solidarietà con Le Radio Per Trenta Ore Per La Vita e interagisci live con la diretta via Twitter @RadioPer30ore

1 2 3 53